Tunisia - Fotodiviaggi.it

Fotodiviaggi.it
Vai ai contenuti
Tunisia
Settembre 2005

La Tunisia occupa ormai da anni un posto di primo piano tra le mete turistiche extraeuropee; in particolare, i centri balneari  di  Hammamet,  Nabeul, Sousse, Monastir, Djerba  e Zarzis sono tra i più amati luoghi di vil­leggiatura del Mediterraneo. Ma  questa terra ha altro da offire oltre a spiagge assolate e clima accogliente, anche se la fama di cui gode è soprattutto quella di "graticola per turisti". Spesso si dimenticano le grandiose rovine romane e gli importanti monumenti dell'arte islamica che fanno di questo estremo lembo  nordico  di  terra africana una meta ricca di interessi culturali, o i solitari paesaggi montuosi e desertici che possono offire tranquillità e isolamento totali. Inoltre, pochi turisti hanno la consapevolezza di visitare un paese profondamente impregnato di tradizione islamica e al contempo afflitto da gravi  problemi di sottosviluppo e di intraprendere così un viaggio che, per molti versi, potrebbe  rivelarsi  del  tutto  particolare ma anche utile per il Paese.
Geiranger Fjord: alle 4:00 del mattino, attraverso il cielo nuvoloso, fa capolino la luna. D'estate le giornate sono lunghissime, e vale la pena alzarsi presto per assistere a questo spettacolo della natura. Siamo all'inizio del fiordo più grande e forse più bello della Norvegia.
Geiranger Fjord: c'è vento, le nuvole rendono tutto più buio. Il fiordo è profondissimo.
Geiranger Fjord: le nuvole sono stratificate e la luce del sole crea un gioco di colori sfumati.
Geiranger Fjord: il clima è influenzato oltre che dalla natura montuosa del suolo, dalla presenza della corrente del Golfo, che mantiene libere dai ghiacci per tutto l’anno le acque del mare anche nelle regioni più settentrionali, e della differenza notevole della latitudine: le estati sono dovunque brevi e gli inverni lunghi, ma il freddo invernale aumenta e il caldo estivo diminuisce man mano che si procede verso nord.
Geiranger Fjord: le piogge sono frequenti e abbondanti, specie a contatto con la barriera dei monti e nella zona sud-occidentale, esposta ai venti tiepidi di SO.
Geiranger Fjord: questo è Dyrkorn, un piccolo villaggio circondato dalle montagne. I riflessi nell’acqua cambiano di continuo.
Le montagne di Sunnmøre, spesso chiamate "Alpi di Sunnmøre", sono famose per i loro tratti che vanno a cadere lungo i fiordi. Qui si può praticare qualsiasi tipo di sport invernale, come lo slalom, il telemark e lo snowboard a vari livelli.
Geiranger Fjord: le imponenti cascate di Hellesylt. Tra due ponti costruiti a inizio Novecento, l’acqua scende impetuosa gettandosi con forza sulle pietre di granito. Hellesylt è un piccolo villaggio di circa 600 abitanti nel comune di Stranda.
Anche Hellesylt, come Geiranger, è sotto la costante minaccia del monte Åkerneset, che sta erodendo il Geirangerfjord. Un crollo potrebbe causare uno tsunami, distruggendo la maggior parte del centro di Hellesylt.
Geiranger Fjord: Hellesylt vive di industria, molto di turismo e gente di passaggio, soprattutto coloro che vengono a prendere il traghetto di Geiranger, perciò è il luogo in cui gli abitanti della contea di Møre og Romsdal finiscono per installare le loro attività: uffici postali, banche, negozi, alberghi, ecc hanno qui delle sedi piuttosto importanti. Va ricordato che Hellesylt vanta uno dei migliori livelli di vita di tutta la Norvegia.
Hjelle, piccolissimo borgo su un fantastico lago di montagna.
Hjelle, Styrnevatnet e Lodalen hanno le acque marine tra le più profonde della Norvegia. Da Hjelle parte una strada panoramica che, arrivati in cima, offre viste incredibili.
Lago di Djupvatnet è un lago nell'estremo sud-est di Stranda,. Il lago di 2 chilometri quadrati si trova a 1.016 metri sul livello del mare. Il lago fa parte delle rive del fiume Otta che scorre a sud-est nel lago Breiddalsvatnet e nella contea di Oppland .
Il monte Dalsnibba (1500 mt.)sovrasta la cittadina turistica di Geiranger e dista soli 7 Km dal Geirangerfjord, il celebre fiordo nominato Patrimonio dell' Umanità dall'UNESCO.
Le due più importanti cascate del Geirangerfjord sono quella delle Sette Sorelle e quella del Pretendente (anche chiamata The Wooer). Le due cascate si trovano una di fronte all'altra e, secondo la leggenda, il Pretendente corteggerebbe le Sette sorelle.
Bergen: Fløyen o Fløyfjellet è il più visitato dei sette monti che circondano la città di Bergen in Norvegia. Alto 320m, la sua cima è raggiungibile comodamente grazie alla Fløibanen, una funicolare con un tragitto di circa 8 minuti.
Bergen: museo Kode 1, precedentemente chiamato Permanenten, è diventato un museo per l'artigianato e la progettazione. Negli ultimi due anni, questo edificio del 1896 è stato ristrutturato per rendere le collezioni più accessibili al pubblico e il museo ha avuto la sua grande apertura il 23 maggio 2017.
Lo Chott el Jerid è un lago salato della Tunisia. Situato nel sud-ovest del paese, in una depressione tra le oasi di Tozeur e di Nefta, ai confini del deserto del Sahara, è il più esteso lago salato della regione.
Bryggen (molo o approdo in norvegese), è il lungomare storico della città di Bergen, costituito da caratteristiche case di legno che un tempo erano sede dei commercianti della lega anseatica dal XIV al XVIII secolo.
Bergen: all'ingresso del porto una fila di case costruite su palafitte.
Kristiansand: quinta città della Norvegia, è circondata da grandi parchi. Solo recentemente ha conosciuto una rinascita, specialmente dal punto di vista ambientale, culturale e del tempo libero.
Kristiansand: Otterdalsparken
Kristiansand
Kristiansand
Kristiansand
Kristiansand
Tutti i diritti riservati sulle foto
Creato con foto personali
Fotodiviaggi.it
Torna ai contenuti