Norvegia - Foto di viaggi

Vai ai contenuti
Europa










  
Norvegia
Fiordi, e non solo.

In norvegese Norge, stato (monarchia costituzionale ereditaria) dell'Europa settentrionale, nella penisola scandinava, essenzialmente montuosa, ha le coste più frastagliate del mondo, caratterizzate da numerosissimi fiordi e da una miriade di isole. I fiordi, in genere assai angusti e dalle pareti ripide, talora a strapiombo sul mare, variano in larghezza da poche decine ad alcune migliaia di metri, mentre la loro lunghezza è generalmente notevole. I paesaggi che regalano, specie all'alba e al tramonto, sono mozzafiato.
Geiranger Fjord
Geiranger Fjord: alle 4:00 del mattino, attraverso il cielo nuvoloso, fa capolino la luce del sole. D'estate le giornate sono lunghissime, e vale la pena alzarsi presto per assistere a questo spettacolo della natura. Siamo all'inizio del fiordo più grande e forse più bello della Norvegia.
Geirangerfjord.
Non è un segreto che la Norvegia sia famosa per i suoi magnifici fiordi. I fiordi sono lunghe e strette insenature d'acqua con ripide scogliere su entrambi i lati e si sono formate nel corso di milioni di anni dal movimento glaciale. Ci sono oltre 1.000 fiordi disseminati lungo la costa norvegese e il paesaggio dei fiordi è una delle cose principali che i viaggiatori desiderano vedere quando visitano la Norvegia. Il Geirangerfjord, lungo 20 Km, è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, ed è uno degli spettacoli più scenografici al mondo. Le montagne che lo circondano scendono verticali sul mare. Qua e là, appaiono numerose fattorie intervallate da cascate che cadono a precipizio lungo le pareti. Si arriva o si parte dal porticciolo di Geiranger, sempre pieno di turisti, oppure si può salpare da Hellesylt.
Geiranger Fjord Norvegia
Geiranger Fjord. Le nuvole cambiano in continuazione colori, a seconda della loro disposizione e stratificazione.
Geiranger Fjord Norvegia
Geiranger Fjord: le piogge sono frequenti e abbondanti, specie a contatto con la barriera dei monti e nella zona sud-occidentale esposta ai venti tiepidi di sud-ovest.
Geiranger Fjord Norvegia
Geiranger Fjord. Il cielo diventa all'improvviso scuro e piove.
Geiranger Fjord Norvegia
Geiranger Fjord: il clima è influenzato oltre che dalla natura montuosa del suolo, dalla presenza della corrente del Golfo, che mantiene libere dai ghiacci per tutto l’anno le acque del mare anche nelle regioni più settentrionali, e della differenza notevole della latitudine: le estati sono dovunque brevi e gli inverni lunghi, ma il freddo invernale aumenta e il caldo estivo diminuisce man mano che si procede verso nord.
Geiranger Fjord Dyrkorn Norvegia
Geiranger Fjord: questo è Dyrkorn, un piccolo villaggio circondato dalle montagne.
Geiranger Fjord Norvegia
Geiranger Fjord: in uno spiraglio fra le nuvole filtra la luce del sole, e un arcobaleno si riflette sul costone della montagna.
L'attraversamento del fiordo dura almeno due ore, per fare uno scalo ad Hellesylt. Hellesylt è un piccolo villaggio di circa 600 abitanti nel comune di Stranda. Anche Hellesylt, come Geiranger, è sotto la costante minaccia del monte Åkerneset, che sta erodendo il Geirangerfjord.
Ad Hellesylt si può assistere allo spettacolo delle imponenti cascate tra due ponti costruiti a inizio Novecento, l’acqua scende impetuosa gettandosi con forza sulle pietre di granito.
Hellesylt vive di industria, molto di turismo e gente di passaggio, soprattutto coloro che vengono a prendere il traghetto di Geiranger, perciò è il luogo in cui gli abitanti della contea di Møre og Romsdal finiscono per installare le loro attività: uffici postali, banche, negozi, alberghi, ecc hanno qui delle sedi piuttosto importanti. Va ricordato che Hellesylt vanta uno dei migliori livelli di vita di tutta la Norvegia.
Da Hellesylt si prende il pulman in direzione della cima del Monte Dalsnibba, facendo prima tappa a Hjelle, piccolissimo borgo su un fantastico lago di montagna.
Hjelle, Styrnevatnet e Lodalen hanno le acque marine tra le più profonde della Norvegia. Da Hjelle parte una strada panoramica che, arrivati in cima, offre viste incredibili.
Lago di Djupvatnet è un lago nell'estremo sud-est di Stranda,. Il lago di 2 chilometri quadrati si trova a 1.016 metri sul livello del mare. Il lago fa parte delle rive del fiume Otta che scorre a sud-est nel lago Breiddalsvatnet e nella contea di Oppland .
A metà strada dal Monte Dasnybba, in basso, è visibile il porticciolo di Geiranger.
Il monte Dalsnibba (1500 mt.) sovrasta la cittadina turistica di Geiranger e dista soli 7 Km dal fiordo di Geiranger, nominato Patrimonio dell' Umanità dall'UNESCO.
Ripartendo da Geiranger, ripercorrendo l'omonimo fiordo, si ammirano tante scascate, le due più importanti sono quella delle Sette Sorelle e quella del Pretendente (anche chiamata The Wooer). Le due cascate si trovano una di fronte all'altra e, secondo la leggenda, il Pretendente corteggerebbe le Sette sorelle.
Bergen: Fløyen o Fløyfjellet è il più visitato dei sette monti che circondano la città di Bergen in Norvegia. Alto 320m, la sua cima è raggiungibile comodamente grazie alla Fløibanen, una funicolare con un tragitto di circa 8 minuti.
Bergen.
Circondata da sette colline e da sette fiordi, Bergen è una città dal fascino particolare. Fin dal Medioevo era un importante porto marittimo e faceva parte della Lega Anseatica. In quel periodo, Bergen, era anche la capitale della Norvegia, e questo si nota dalle bellissime case in legno del quartiere Bryggen, inserito dall’UNESCO tra i siti Patrimonio dell’Umanità. A Bergen troverete diversi musei d'arte, un mercato del pesce con degustazioni, numerosi bar e una vivace vita notturna.
Bergen, Monte Fløyen: la Norvegia è costellata da troll ed elfi che testimoniano il forte attaccamento alle leggende e ai racconti popolari. In molti luoghi turistici compare la fisionomia del troll e sentirete la sua presenza proprio ai margini di quelle fitte foreste o sul limitare dei fiordi che attraverserete.
Bergen: museo Kode 1, precedentemente chiamato Permanenten, è diventato un museo per l'artigianato e la progettazione. Negli ultimi due anni, questo edificio del 1896 è stato ristrutturato per rendere le collezioni più accessibili al pubblico e il museo ha avuto la sua grande apertura il 23 maggio 2017.
Byparken, circondato da musei d’arte, è il primo parco pubblico di Bergen, costruito nel 1865 nel centro della città.
Bergen, dotata di un ottimo porto, è uno dei maggiori centri marittimi di collegamento, oltre che il massimo emporio di vendita ed esportazione del pesce e derivati.
Bryggen (molo o approdo in norvegese), è il lungomare storico della città di Bergen, costituito da caratteristiche case di legno del quartiere Marken che un tempo erano sede dei commercianti della lega anseatica dal XIV al XVIII secolo.
Entrando all'interno delle viuzze di Bryggen ci si immerge in una suggestiva sequenza di edifici di legno dalla tipica forma a cuspide del tetto. Essi si sviluppano formando un complesso sistema di piccole stradine che circondano le aree edificate, dando al visitatore la rappresentazione di cosa doveva essere la comunità marinara della città.
Bergen e il suo quartiere Bryggen.
Nel XIII secolo, il quartiere di Bryggen fece parte della costituita Lega Anseatica con sede a Lubecca. Si trattò di una alleanza fra 150 città mercantili che costituivano l’entità economica più potente d’Europa. Bryggen gode di un porto riparato e in posizione strategica, tanto da divenire una delle quattro sedi principali della Lega all'estero. Qui presero la residenza anche 2000 commercianti, soprattutto tedeschi, che importavano grano ed esportavano pesce essiccato e altri prodotti. Per più di 400 anni, il quartiere di Bryggen fu dominato dai mercanti tedeschi, una comunità molto unita ai cui membri non era consentito frequentare, sposare o imparentarsi con i norvegesi del posto. Il declino della Lega iniziò nel XV secolo per colpa della competizione serrata con altre compagnie marittime, in particolare olandesi e inglesi.
Bergen: all'ingresso del porto una fila di case costruite su palafitte.
Kristiansand: il Kilden Performing Arts, la straordinaria costruzione che ospita un teatro e una sala da concerti con tanti eventi in programma.
Kristiansand.
E' la quinta città per grandezza della Norvegia, circondata da grandi parchi, è un luogo di villeggiatura per i norvegesi. Ha una piccola spiaggia e l’elegante porto ma, soprattutto, Kristiansand è un punto di passaggio per i turisti per raggiungere i villaggi sul mare della costa meridionale e la zona interna della Setesdalen. La cittadina offre occasioni culturali, opportunità per lo shopping, e ottimi ristoranti, compresa una animata vita notturna. Per i bambini c'è un bel parco divertimenti con annesso uno zoo.
Kristiansand: fontana di Otterdalsparken
Kristiansand
Kristiansand
Posebyen, la città vecchia.
Si tratta di 14 isolati della Posebyen (Città Vecchia) di Kristiansand, in cui vale la pena passeggiare tra i caratteristici kvadraturen (reticolo di strade che si intersecano ad angolo retto) della città. Le case, tutte in legno, rendono incantevole questo quartiere, chiamato Posebyen dai soldati francesi che lo scelsero per reposer (rilassarsi).
Kristiansand
Cattedrale di Kristiansand.
Chiesa luterana in stile neogotico, completata nel 1885 e progettata dall'architetto Henrik Thrap-Meyer, è una delle più grandi cattedrali della Norvegia (lunga 70 metri e larga 39) ed è la terza costruita a Kristiansand.
Kristiansand
Torna ai contenuti