Barcellona - Foto di viaggi

Vai ai contenuti
Europa
Barcellona
Settembre 2016

Città della Spa­gna nord-orientale, capoluogo della provincia omonima e della Catalogna, tra le foci dei fiumi Besòs a NE e Llobregat a SO; 1.600.000 ab. Sede vescovile. Seconda a Madrid per popolazione, è di gran lunga il più importan­te centro economico e commerciale della Spagna, grazie non solo al movimento di merci e di passeggeri del suo attivo porto, uno dei maggiori del Mediterraneo, ma anche al pro­gressivo affermarsi della città come polo industriale, favorita in questo dalla felice posizione· geografica che agevola l'approvvigionamento di materie prime, e che fa di Barcel­lona il tramite principale dei rapporti tra la penisola iberica e il resto dell'Europa.
Il Museo Marittimo è il museo del mare di Barcellona contine barche e oggetti marittimi
Il museo Marittimo è nei Reials Drassanes, una zona emblematica di Barcellona. Il museo è la massima espressione dell'architettura civile gotica del XIII secolo. All'interno ci sono riproduzioni di barche e oggetti marittimi dei diversi periodi della storia.
Palazzo Nazionale di Montjuic con le sue fontane luminose di notte
Palazzo Nazionale di Montjuic, con le sue fontane sulla scalinata.
Sagrada Familia la facciata della Passione
Attualmente la chiesa ha due facciate: la facciata della Natività e la facciata della Passione (in foto).
Sagrada Familia la Basilica in costruzione fino al 2023
Sagrada Familia. Iniziata nel 1882 secondo un progetto neogotico dell'architetto diocesano Villar, i lavori per l'enorme chiesa vennero assunti l'anno seguente da Gaudì, che riuscì a concludere entro il 1893 la sola zona absidale.
La Sagrada Familia è un luogo fatto per commemorare la riparazione dei peccati fatti contro Dio o le leggi della Chiesa. Il lavoro viene finanziato direttamente dalle donazioni fatte dai visitatori e dal pubblico, il che spiega il suo lento progresso nella costruzione. La costruzione continua ancora oggi e il suo completamento è previsto per il 2026 , una data simbolica del centenario della morte di Antoni Gaudí.
La Sagrada Familia è un luogo per commemorare la riparazione dei peccati fatti contro Dio o le leggi della Chiesa. Il lavoro viene finanziato direttamente dalle donazioni fatte dai visitatori e dal pubblico, il che spiega il suo lento progresso nella costruzione. La costruzione continua ancora oggi e il suo completamento è previsto per il 2026 , una data simbolica del centenario della morte di Antoni Gaudí.
Anche l'interno della Sagrada Familia è fortemente caratterizzato dallo stile personale di Gaudí e ispirato alla natura
Anche l'interno della Sagrada Familia è fortemente caratterizzato dallo stile personale di Gaudí e ispirato alla natura . Per evitare l'uso di contrafforti gotici, creò colonne a forma di tronchi d'albero, dando la sensazione di essere in una foresta piuttosto che all'interno di una chiesa .
Gli archi, hanno una forma unica composta da chiavi di volta perforate per consentire l'arrivo di calore naturale
Per quanto riguarda gli archi, hanno una forma unica composta da chiavi di volta perforate per consentire l'arrivo di calore naturale. Le chiavi di volta che coprono la navata centrale del tempio sono state completate nel 1993. Nella navata centrale, l'altezza dell'arco è di 45 metri per 30 metri. Per quanto riguarda l'altezza della volta dell'abside, raggiunge i 75 metri di altezza.
La Sagrada Familia ha imponenti pilastri e enormi vetrate
L'altezza dei soffitti all'interno della navata. I massicci pilastri si estendono dal pavimento al soffitto, evidenziando la loro imponenza. Su due dei principali muri esterni, enormi vetrate dipingono l'interno della chiesa in diverse tonalità di verde, blu, rosso e giallo.
Nel 1906 , Antoni Gaudí si stabilì nella casa del Park Güell con suo padre  e con sua nipote. Gaudí visse in questa casa per quasi vent'anni della sua vita, periodo in cui lavorò ai suoi grandi progetti e, dal 1914, esclusivamente nella costruzione della Sagrada Familia.
Nel 1906 , Antoni Gaudí si stabilì nella casa del Park Güell con suo padre e con sua nipote. Gaudí visse in questa casa per quasi vent'anni della sua vita, periodo in cui lavorò ai suoi grandi progetti e, dal 1914, esclusivamente nella costruzione della Sagrada Familia.
Nessuna visita a Barcellona sarebbe completa senza una sosta al Park Guell, il parco più importante di Barcellona, ​​progettato dal famoso architetto Antoni Gaudí.
Nessuna visita a Barcellona sarebbe completa senza una sosta al Park Guell, il parco più importante di Barcellona, ​​progettato dal famoso architetto Antoni Gaudí.
Casa Batlló è uno dei due grandi edifici disegnati da Antoni Gaudí su Passeig de Gràcia
Casa Batlló è uno dei due grandi edifici disegnati da Antoni Gaudí su Passeig de Gràcia (l'altro è La Pedrera). Gaudí ha utilizzato colori e forme prese dalla vita marina come fonte di ispirazione per la sua creatività in questo edificio: ad esempio i colori scelti per la facciata sono quelli del corallo naturale.
Casa Batlò disegnato da Gaudí come residenza esclusiva per Josep Batlló, un ricco aristocratico.
L'edificio fu disegnato da Gaudí come residenza esclusiva per Josep Batlló, un ricco aristocratico. Señor Batlló viveva nei due piani inferiori con la famiglia mentre i piani superiori erano affittati come appartamenti.
Casa Batlò facciata con motivi marini
Casa Batlò.
Casa Batllò grande finestra con vetrata
Al primo piano, dietro le enormi finestre della facciata, si trova lo spazio abitativo principale della famiglia Balltó , che si affaccia direttamente sul Passeig de Gràcia.
Al primo piano, dietro le enormi finestre della facciata, si trova lo spazio abitativo principale della famiglia Balltó , che si affaccia direttamente sul Passeig de Gràcia. Dovremmo anche notare il soffitto rialzato a forma di spirale gigante, che ricorda l'atmosfera marina. Il grande lampadario dello spazio simboleggia il sole.
Casa Batllo. Da notare il soffitto rialzato a forma di spirale gigante, che ricorda l'atmosfera marina. Il grande lampadario dello spazio simboleggia il sole.
Casa Batlò. Nella parte centrale dell'edificio c'è un cortile chiamato Patio de Luces (la corte delle luci), che serviva sia come fonte di luce che di ventilazione .E' interamente ricoperto da una ceramica blu e bianca, dando l'impressione di essere in una grotta sottomarina.
I camini di Casa Batllò sono 27 Casa Batllò. Il tetto, è un'altra opera d'arte in sé, soprattutto a causa dei 27 camini simili ai funghi.
Casa Batllò. Il tetto, è un'altra opera d'arte in sé, soprattutto a causa dei 27 camini che sono organizzati in quattro gruppi di sei , ciascuno di 10 metri di altezza e simili ai funghi. I caminetti sono decorati e protetti da vetro e ceramica, colorati con sfumature blu che evocano nuvole e pioggia, riportandoci ad un tema principale, l'acqua.
'La Pedrera' (la cava di pietra), è un altro dei capolavori architettonici di Gaudí a Barcellona. Costruito tra il 1906 e il 1912, l'edificio è amato per la sua facciata unica, conquistando la qualità di sito culturale dell'UNESCO come simbolo del modernismo catalano o del periodo dell'Art Nouveau catalano.
Per poter godere di questa vista spettacolare basta prendere la Funicolare per il Montjuic, la collina che si erge a 173 metri sul livello del mare e che è considerato il polmone verde della città.
Al Tibidabo su una collina alta 512 metri, non c'è solo un parco giochi per bambini ma anche un tempio dedicato a San Giovanni Bosco, il Templo Expiatorio del Sagrado Corazón, una chiesa costruita in stile neo-gotico tra il 1902 e il 1961.
L'Avenida de la Reina Maria Cristina, fiancheggiata da due torri alte 47 metri che si ispirano alla torre dell'orologio della Basilica di San Marco a Venezia, si prolunga fino alla Fontana Magica di fronte al Palazzo Nazionale di Montjuic.
La Fontana Magica regala giochi di luce e acqua a ritmo di musica ed è molto apprezzata dai turisti.

Ti potrebbe interessare

          Cordoba

          Granada

         Madrid

         Vietnam
                                    

Torna ai contenuti