Castello Peles foto - Visto con i miei occhi

Vai ai contenuti
Europa > Romania approfondimenti
Romania
Castello Peles

Il castello di Peles è uno dei castelli più belli della Romania. Con una bellezza speciale e un ambiente affascinante, questo castello ti porta con i tuoi pensieri in un mondo meraviglioso, pieno di magia, principi e principesse.
Anche i dintorni del castello sono speciali, regalandovi momenti indimenticabili e tranquillità. Il castello di Peles si trova nella località montana di Sinaia, nella contea di Prahova, a soli 44 km dalla città di Brasov. Residenza estiva dei re di Romania, fu costruito su richiesta del re Carol I di Romania, secondo i piani degli architetti Johannes Schultz, Carol Benesch e Karel Liman e fu decorato da JDHeymann di Amburgo, August Bembé di Mainz e Bernhard Ludwig da Vienna. Questo castello è uno degli edifici storici più importanti, non solo della Romania ma anche d'Europa.
Il castello è stato costruito in legno, pietra, mattoni e marmo e dispone di oltre 160 stanze.
Castello Peles. La torre centrale misura 66 metri e, oltre al castello, sono stati eretti due edifici più piccoli, Pelisor e Foisor.
Dopo la Rivoluzione del dicembre 1989, il castello di Peles e Pelisor sono stati reintegrati nel circuito turistico. Nel 2006, il governo rumeno ha annunciato la restituzione del castello dell'ex re Michele I di Romania. Subito dopo la restituzione, sono iniziate le trattative e Peleé è tornato alla proprietà dello stato rumeno come museo storico. Il governo rumeno ha invece concesso 30 milioni di euro alla Casa Reale di Romania. Il castello di Peles è attualmente il secondo castello più visitato in Romania, al primo posto il castello di Bran, superando solo l'anno scorso oltre 300.000 visitatori, sia dal paese che da America, Nuova Zelanda, Australia, Giappone ed Europa.
La storia.
Dopo una visita del principe Carlo I a Sinaia, rimane molto colpito dalla bellezza dei dintorni e decide di costruire un castello in un luogo appartato e pittoresco. 300 operai lavorarono alla costruzione del castello, terminando la costruzione in circa due anni. Nel 1875 fu posta la prima pietra del castello, sotto la quale furono sepolte decine di monete d'oro da 20 lei, queste furono le prime monete rumene con il volto di Carol I. Nel 1883 ebbe luogo l'inaugurazione ufficiale di Peles, che significava per il sovrano sede della nuova dinastia. In seguito il castello divenne sempre più importante,essendo questa la residenza estiva della famiglia reale solitamente da maggio a novembre. Qui si tennero importanti incontri politici, come i Consigli della Corona del 1914 e del 1925. Anche qui furono ospitate molte personalità dell'epoca, come scrittori, musicisti, ma anche re e regine. Peles ha avuto un'importanza speciale per la storia della Romania e per il fatto che qui nacque, nel 1893, il futuro re Carol II, il primo re della dinastia nato in terra rumena e il primo battezzato nella religione ortodossa. Più tardi, nel 192, a Foișor, nacque suo figlio, il re Mihai I. Sempre nel 1921, qui avviene il matrimonio della principessa Ileana, una delle sorelle di Carol II, a cui parteciparono molte personalità dell'epoca. , tra cui Nicolae Iorga.Due anni dopo, qui si svolgono le celebrazioni del 50° anniversario dell'inizio dei lavori del Castello di Peles.
Il Salone d'Onore è grandioso, si estende su tre piani. Le pareti sono rivestite in legno finemente intagliato per lo più in noce europeo e legni esotici. Bassorilievi, arazzi d'Aubusson, sculture in alabastro e pannelli a scomparsa, vetrate, completano l'arredo. Il soffitto con pannelli di vetro è mobile, azionata da un motore elettrico o da un sistema manuale, era una sorpresa per i visitatori del re, che potevano ammirare il cielo limpido nelle notti estive. Fu completamente completato solo nel 1911, sotto la guida di Karel Liman.
Questo castello ha una caratteristica straordinaria nel momento in cui è stato costruito, essendo unico in tutta Europa per il riscaldamento centralizzato, l'ascensore e il soffitto di vetro della sala d'onore che era mobile, poteva essere azionato da un motore elettrico . Anche grazie alla propria centrale elettrica, il castello di Peles è stato il primo castello completamente elettrificato in Europa. Oltre a questo castello furono costruiti Pelișor, il Corpo di Guardia, l'Economatul, la Casa di Caccia di Foișor, le Scuderie, la Centrale Elettrica e la Villa di Șipot. Il castello è circondato da sette terrazze decorate con statue in pietra, fontane e vasi ornamentali in marmo di Carrara.
La sala da musica, allestita nel 1906, nella quale sono presenti un clavicembalo eseguito ad Anversa nel 1621, un pianoforte Bluthner a coda verticale e un organo Rieger a due tastiere. I mobili qui sono stati ricevuti in dono dal Maharajah di Kapurtala.
La Sala fiorentina , detta anche Sala Grande, colpisce per il suo soffitto in tiglio dorato, i due grandi lampadari e le decorazioni in stile neorinascimentale italiano.
Dipinto sul soffitto della Sala fiorentina.
Lampadario in camera fiorentina.
Sala fiorentina. Il grande camino in marmo eseguito da Paunazio con motivi Michelangioleschi.
La Biblioteca Reale, realizzata in stile rinascimentale tedesco, è rivestita interamente in noce. Attira soprattutto gli appassionati di libri rari, con copertine in pelle e scritte in oro. Da notare, sulla destra, la porta segreta, una via di accesso che era nascosta da una libreria, attraverso la quale il re poteva rifugiarsi in varie stanze del Castello.
La Sufrageria (Sala da pranzo), realizzata nello stile bretone del XVII secolo, è rivestita in legno e mostra preziosi pezzi di argenteria.
Il Castello di Peles è circondato da sette terrazze decorate con statue (appartenenti allo scultore italiano Romanelli), fontane scolpite in pietra, vasi ornamentali e marmo di Carrara.
Castello Peles. Scultura in granito di una figura femminile, nei giardini.

Approfondimenti


                                    
Torna ai contenuti