Foto famiglia Qiao compound - Foto di viaggi

Vai ai contenuti
Asia > Cina approfondimenti
Casa famiglia Qiao
La casa del famoso film "Lanterne rosse"

La casa della famiglia Qiao, situata a Qiaojiabao (Shanxi), era la casa del prestigioso mercante Qiao Zhiyong. In essa furono investiti i risparmi e la dedizione costante di diverse generazioni della famiglia Qiao, poiché la costruzione durò due secoli e fu completata intorno al 1910. Questa costruzione, come altre nella provincia dello Shanxi, si caratterizzano per la loro antichità, lo stile semplice, l'altezza e la solida struttura. Costituiscono una fortezza con profondi cortili interni che possono ospitare migliaia di stanze. Inoltre, ci sono cortili e porte di diverse dimensioni integrate nella stessa costruzione, senza dimenticare gli elementi decorativi che si armonizzano con l'ambiente circostante: tegole laccate, mattoni e pietre, archi e ponti commemorativi, ma anche padiglioni e pagode.
Molti film sono stati girati qui, tra i quali il più famoso è "Lanterne rosse", diretto da Zhang Yimou e interpretato da Gong Li.

Statue rappresentative della famiglia Qiao Zhiyong.
Secondo l'albero genealogico Qiao, il primo imprenditore della famiglia è stato Qiao Guifa che ha arricchito la famiglia. Era sfortunato da giovane, i suoi genitori morirono quando era un ragazzino. Fu mandato a casa di suo zio dove fu disprezzato perché era povero. Così ha deciso "zou xikou" che significa che il duro lavoro porta ricchezza. È andato a lavorare nella Mongolia interna e ha risparmiato denaro. Ha lavorato in vari modi alla fine acquistando il proprio negozio che è stato l'inizio dell'azienda di famiglia.
Ma fu suo nipote Qiao Zhiyong, che  nacque nel 1818, che ha fatto decollare e crescere notevolmente l'azienda della famiglia Qiao. Visse fino a 89 anni ed ebbe sei mogli, la più giovane delle quali aveva l'età dei suoi nipoti. La sua attività si è diffusa in tutta la Mongolia Interna. Quando Qiao Zhiyong morì l'eredità passò a un pronipote che era stato all'estero ma l'attività iniziò a peggiorare dal 1926 a causa della guerra e fu definitivamente chiusa nel 1953. Le generazioni successive vissero a Pechino, Shanghai e Kunming.
Superato l'ingresso della fortificazione, dal portone principale rivolto ad est, un lungo sentiero lastricato conduce all'aula magna. Questo percorso separa il complesso in due parti: Cortile sud e Cortile nord. Ogni cortile è costituito da una stanza principale per l'ospite e stanze laterali per ospiti o domestici.
Ogni cortile è costituito da una stanza principale per l'ospite e stanze laterali per ospiti o domestici. Ci sono alcune differenze di stile tra i suoi due tipi di edifici . Ad esempio, le stanze principali hanno il tetto in tegole, mentre le stanze laterali hanno il tetto in mattoni. Ciò impedisce al composto di sembrare monotono e mostra anche la gerarchia all'interno della famiglia.
Sculture in legno, sculture in mattoni, sculture in pietra, tavolette e dipinti a colori sono ovunque. È un'esperienza meravigliosa vedere come una famiglia benestante sia stata in grado di restare unita attraverso molte generazioni e costruire un'attività fiorente.
Come altre case nello Shanxi, anche la casa della famiglia Qiao adotta lo stile architettonico dei castelli, con un cortile chiuso. Con una superficie di oltre 10.000 mq  la casa è composta da 6 cortili principali, 20 cortili piccoli e 313 stanze. Guardando dall'alto si osserva che il complesso residenziale imita la forma del carattere cinese “doppia felicità” ( 囍 ,  shuāngxǐ ). La casa è circondata da muri di mattoni senza finestre, la cui altezza supera i dieci metri. In cima al muro ci sono merlature e belvedere per migliorare la difesa.
Più di mezzo secolo fa, il prestigioso architetto cinese  Liang Sicheng  ( 梁思成 ), indagò sugli antichi edifici dello Shanxi e rimase colpito dalle lussuose residenze dei mercanti indigeni, in particolare dalla casa della famiglia Qiao. Successivamente, Liang ha scritto articoli per presentare la scoperta di queste case.
Nel 1986, con l'obiettivo di esporre le tradizioni e il folclore dello Shanxi centrale durante la dinastia Qing e Ming, il distretto di Qi ha inaugurato il suo museo popolare con sede nella casa della famiglia Qiao. Lì sono stati esposti più di 2.000 oggetti di valore classificati in sale tematiche: feste e tradizioni, vita quotidiana (moda, gastronomia, architettura e trasporti), cerimonie (matrimoni e funerali), attività commerciali e agricole.
Ci sono cortili e porte di diverse dimensioni integrate nella stessa costruzione, ed elementi decorativi che si armonizzano con l'ambiente circostante.
Una caratteristica importante del complesso è che ogni casa è collegata da corridoi, che hanno reso più facile per le guardie proteggere il cortile.
Tenendo fede al suo secondo nome, Qiao Zhiyong ha usato la filosofia  zhongyong  ( 中庸 , dottrina della mediocrità) nel trattare con le persone. Simpatia, lealtà e onestà erano i principi su cui si basavano la sua attività e il suo atteggiamento. Durante la sua vita ha compiuto molte buone azioni. Attraverso un comportamento generoso e caritatevole, Qiao ha saputo selezionare i dipendenti giusti e dare loro i compiti giusti, facendo sentire tutti a proprio agio lavorando con lui. Il suo carattere trasudava intelligenza, lealtà, eleganza, nobiltà, cavalleria e flessibilità, ma con ragione e fondamento. Tutto ciò gli è valso il soprannome di "Liangcaizhu" ( 亮 ; qualcuno che si arricchisce legalmente e in modo equo), un trattamento comune tra i famosi cortigiani della dinastia Qing,
Mentre cammini attraverso la residenza, vedrai molte decorazioni come sculture in legno, mattoni intagliati e sculture murali, tutte diverse l'una dall'altra.
Giardini e fontane, ponticelli, laghetti, fanno da decoro all'intero complesso.
Molti della famiglia Qiao rimasti si sono ora dedicati a mostrare al pubblico oggetti storici come carrozze per persone ricche, mulini in pietra e libri.
Nel 1990, il famoso regista, Zhang Yimou (张艺谋), ha girato la Cina per trovare luoghi adatti per girare il film  The Red Lantern  ( 《大红 灯笼 高 高挂》). Al suo arrivo nello Shanxi, si è reso conto che la casa della famiglia Qiao era perfetta per le esigenze di ripresa del suo film e ha deciso immediatamente di girare lì. Come risultato della prima del film in Cina e della sua successiva trasmissione in tutto il mondo, questa casa si è guadagnata una reputazione e un prestigio sia all'interno che all'esterno del paese. Allo stato attuale, le lanterne rosse sono ancora appese nelle case, come è stato fatto durante le riprese del film, sostituendo continuamente quelle più consumate con quelle nuove.


 Ti possono interessare

               Grotte di Yungang

               Città Proibita

              Cambogia

      
 
        
            Angkor Wat

            Vietnam
   
       La Grande Muraglia
Torna ai contenuti