Lubiana - Visto con i miei occhi

Vai ai contenuti
Italia > Tarvisio e dintorni
Lubiana
Tra barocco e liberty
Lubiana si trova al centro della Slovenia ma anche in posizione equidistante fra Austria, Ungheria e Italia. Soggetta a terremoti, nel 1511 fu ricostruita stile rinascimentale e dopo il terremoto del 1895 in stile liberty. C'è anche un castello in cima ad una collina davanti al fiume Ljubljanica, ricostruito nel 1960. Ma soprattutto, è d'interesse la cattedrale di San Nicola, la chiesa francescana dell'Annunciazione e il ponte dei draghi.
Il Ponte dei Draghi è uno dei simboli di Lubiana, costruito nel 1901 dall’architetto Jurij Zaninović in onore di Francesco Giuseppe I. Imponenti statue di draghi, sorvegliano gl'ingressi al ponte.  E Lubiana, da secoli ne esibisce uno sul suo stemma.
Piazza Prešerenè il cuore del centro storico della città, circondata da palazzi con vari stili. Domina la piazza la facciata rosa della chiesa francescana dell’Annunciata.  
La Cattedrale di San Nicola
Situata nel pieno centro storico di Lubiana, la Cattedrale di San Nicola è uno dei più importanti edifici storici della città e rappresenta un bell'esempio di stile barocco romano. Come spesso accade, anche l'attuale cattedrale sorge laddove c'erano state altre chiese in passato. Una prima chiesa era romanica del 1262 che, danneggiata  da un incendio, venne ricostruita con influenze gotiche nel 1461. Alla fine del Quattrocento l’edificio fu distrutto da un nuovo incendio. Nel Settecento il gesuita Andrea Pozzo riprogettò quella che è l’attuale cattedrale, secondo una pianta a croce latina e con due campanili. La cupola ben visibile dalla piazza venne realizzata nel 1841 dall’architetto Gregor Macek e dipinta all’interno da Matevž Langus. Le porte laterali sono di Mirsad Begic e di Tone Demšar, mentre l'interno della Cattedrale di San Nicola è decorato dagli affreschi barocchi di Giulio Quaglio.
La cattedrale si presenta in modo imponente in stile barocco.con la tipica struttura a croce latina, le cappelle laterali, e le decorazioni fastose.
La volta della cattedrale affrescato in stile barocco da Giulio Quaglio con dipinti raffiguranti scene della vita di San Nicola.
Di notevole valore artistico, sono anche le quattro statue dei vescovi di Emona, l’antico nome in epoca romana della città di Lubiana, ad opera di Angelo Putti (1712-13), poste proprio sotto la cupola, in corrispondenza dei quattro angoli.
Lo scultore sloveno contemporaneo Mirsad Begic ha scolpito la storia della diocesi di Lubiana sulla porta laterale di bronzo in occasione di una visita del papa alla città nel 1996. La porta d'ingresso, realizzata in bronzo, rappresenta i 1250 anni del cristianesimo nel paese.
Sculture di angeli dell'altare sul lato destro della navata realizzati dai fratelli Groppelli (1711).
Ti potrebbero interessare
         
                
                   Dolomiti

                  Vicenza
            
             Lago di Fusine

              Villach

            


         


            
    
        Lago di Bled

        Soraga
 
            Predazzo
  

  


Torna ai contenuti