Venzone il borgo più bello d'Italia e monumento nazionale - Visto con i miei occhi

Vai ai contenuti
Italia > Tarvisio e dintorni
Venzone
Il borgo più bello d'Italia
Venzone, di circa 2000 abitanti, è il paese più votato in una famosa trasmissione televisiva del 2017. Venzone fu colpito da un grave terremoto nel 1975 e ricostruito mantenendo il suo stile medievale con relative fortificazioni costituendo un prezioso gioiello, perché rappresenta l’unica testimonianza di città fortificata del ‘200 in Friuli. Il complesso monumentale della cittadina, dichiarato dallo Stato italiano già nel 1965 monumento nazionale di grande interesse storico ed artistico, contiene il Duomo, il Palazzo Comunale, le alte mura e le antiche case contadine e signorili.
Tutta d’impianto medievale, interamente circondata da mura fatte di sassi con rinforzi in pietra, distrutta dal terremoto del 1976, venne riedificata attraverso la ricollocazione delle pietre recuperate e l’integrazione di quelle distrutte.
La Torre di San Genesio, del 1300, è un classico esempio di torre medievale. Al di sotto c'è una porta di accesso alla cittadella quasi del tutto integra. La torre è praticamente rettangolare. Avanti all'ingresso c'è lo spazio su cui poggiava il ponte levatoio che nel seicento fu sostituito da un ponte in muratura. La Torre di San Genesio è l'unica completamente ricostruita.
La torre ha due piani: al piano terra è visibile la porta d'accesso alla cittadella Il soffitto è ad arco molto stretto, mentre al piano in alto si accede attraverso una rampa esterna, originariamente in gradini di pietra.
Venzone, breve storia.
Venzone è un nome prelatino che significherebbe sorgente perchè lambito dal torrente Venzonassa. Ben noto dagli antichi Romani per via della sua posizione strategica fungendo da "porta" di transito per i paesi del nord, Venzone fu sottoposto a parecchie invasioni di vari popoli. In particolare, nel 1077 Venzone fu annesso al Patriarcato di Aquileia per divenire nel 1200 feudo della famiglia dei Mels. Dal 1258 iniziò un processo di fortificazione del borgo, su commissione di Glizoio di Mels che fece costruire una doppia cinta di mura alte 8 metri, a forma di esagono irregolare, con 15 torri e un profondo fossato. Dopo vari passaggi di potere tra i conti di Gorizia, il Patriarca di Aquileia, il duca d’Austria Alberto II, e dopo essere divenuto libero comune entrò a far parte della Repubblica di Venezia nel 1420.
Nella piazza principale, la piazza Municipio, sorge il Palazzo comunale, un bell'edificio in stile gotico-veneziano costruito tra il 1390 ed il 1410. Ha un grande porticato e uno scalone esterno che serve per accedere al primo piano. Ha una bella torre con l’orologio sormontato dallo stemma del Leone di San Marco.
Il monumento religioso più importante, simbolo della rinascita di Venzone, è il Duomo di Sant’Andrea edificato nel 1308, sui resti di una precedente chiesa, e consacrato nel 1338.
Il Duomo ha una pianta a croce latina a navata unica ed hanno un notevole impatto le tre conche absidali affiancate con gli archi semicircolari.
Chiesa di Sant'Andrea Apostolo, la storia.
La Chiesa è il più importante luogo di culto cristiano cattolico di Venzone. Costruito tra il 1308 e il 1338, il Duomo fu notevolmente danneggiato dai vari sismi occorsi nei secoli sul territorio del Friuli, e poi distrutto dal terremoto di Gemona del 1976. Fu ricostruito recuperando ogni singolo materiale dell'edificio preesistente, e i lavori durarono dal 1988 e il 1995, restituendo così alla comunità di Venzone il Duomo nelle sue originarie fattezze.
E' del quattrocento il crocifisso ligneo posto sopra l'altare del presbiterio centrale.
L’organo all’interno del Duomo di Venzone risale al 1792 ed è opera del maestro organaro G. Callido.
All'interno si conservano importanti affreschi del XIV secolo: la consacrazione del duomo.
Affresco, San Giorgio libera la principessa dal drago.
Vi sono ben tre portali; quello settentrionale, risalente al 1308, ha un altorilievo nella lunetta che raffigura Cristo benedicente, lavoro del maestro Giovanni Griglio.
L'altorilievo della lunetta del portale meridionale con la crocifissione.
Ti potrebbero interessare
         
            
    
            Lago di Fusine

       Monte Lussari
    
       Villach
    
       Lago di Predil


         

  
     Bolzano
         
       Moena

        Soraga
 
            Predazzo
  


Torna ai contenuti