La religione cinese differenze con quella occidentale - Foto di viaggi

Vai ai contenuti
Asia > Cina approfondimenti > Buddismo cinese
La religione in Cina
La conservazione dell'equilibrio naturale
È opinione ormai diffusa che i cinesi non siano per nulla religiosi. E la storia ha contribuito a questa credenza. In Cina non c’è stata una contrapposizione tra potere civile e potere religioso; non si sono mai verificate crociate, né scismi o riforme; non c'è mai stata intolleranza nei confronti delle dottrine religiose, come lo stesso Marco Polo aveva notato. Ma soprattutto nel pensiero cinese non si è mai stato un contrasto tra mondo naturale e mondo sovrannaturale che tanta parte ha avuto in Occidente nella determinazione degli eventi storici. La vita terrena e l'aldilà sono, nella cultura filosofica e religiosa cinese, due aspetti complementari e non contrapposti di un unico universo. Infatti, ci sono stati, tra personaggi storici importanti, elementi di venerazione per spiriti o esseri legati al mondo reale e agricolo. Assolutamente inesistente è la figura di un Dio creatore e trascendente paragonabile al Dio dei cristiani.
La tensione spirituale è indirizzata alla conservazione dell'armonia della natura, il cui disordine è considerato come la vera catastrofe L'alterazione dell'equilibrio naturale è fonte di angoscia e di paura. E non invece, come nel pensiero religioso occidentale, il timore di una punizione nell'aldilà. Si legge, in questa interpretazione del mondo, e dell’aldilà delle diverse forme religiose, l'influenza di un mondo agricolo soggetto alle improvvise catastrofi naturali, ai capricci delle stagioni e delle acque, e al tempo stesso impegnato in una vasta e difficile opera di controllo degli elementi della natura.
Da questi concetti nasce una visione dell'universo come equilibrio di elementi diversi e qui entra in gioco la nozione di dao e della doppia figura teorica di Yin e Yang. Dao, significa strada, e sta a indicare il corso delle cose il flusso che regola l’universo, Yin è sinonimo della notte, della morte, dell'ombra, della luna, della donna, della terra; mentre Yang rappresenta il giorno, la vita, la luce, il sole, l'uomo, il cielo. Dunque l'universo come insieme di elementi diversi, a volte contrapposti, che devono stare insieme in equilibrio, perché comunque indispensabili gli uni agli altri. La filosofia religiosa cinese non ha mai cercato la verità, ma l'equilibrio sociale. Questo ha favorito la nascita di varie dottrine religiose: il buddhismo, il taoismo e il confucianesimo.



                                                    
                            Grotte di Yungang

                          Tempio del cielo

                           Pingyao

                        Residenza famiglia Qiao
  

 

             
       
                          Cambogia

            Angkor Wat

                         Vietnam

 
Torna ai contenuti