Tempio del Cielo di Pechino - Foto di viaggi

Vai ai contenuti
Asia > Cina approfondimenti
Tempio del cielo
Maggio 2019

Il Tempio del cielo, designato come patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1998, è un immenso parco delimitato da una cinta muraria che occupa un'area tre volte più grande della Città Proibita, e contiene il più grande complesso esistente di antichi edifici sacrificali in Cina. Come per la maggior parte dei parchi cinesi, il Parco del Tempio del Cielo ha quattro ingressi in corrispondenza dei punti cardinali, quelli ad Est e a Sud sono i più comunemente utilizzati dai visitatori. Originariamente costruito durante la dinastia Ming nel 1420, Il tempio, composto da diversi edifici, costituiva un immenso "altare del cielo", in cui l'imperatore, considerato "Figlio del cielo", celebrava riti propiziatori per portare prosperità, espiare i peccati del popolo, e garantire buoni raccolti. Situati nel grande parco, i tre altari principali, l'iconica Sala di preghiera per il buon raccolto, la Volta celeste imperiale e l'Altare circolare.
Tempio della preghiera per il buon raccolto. Originariamente il Tempio aveva forma rettangolare. Nel 1545, l'imperatore Jiajing della dinastia Ming, ordinò agli architetti di costruire la sala rotonda, anziché quadrata, secondo l'antica filosofia yin e yang secondo cui il paradiso è tondo e il terreno è quadrato, con tre piani ricoperti di piastrelle smaltate blu, gialle e verdi dall'alto verso il basso. Queste piastrelle colorate simboleggiavano rispettivamente il cielo, la terra e tutta la creazione.
La Sala di preghiera per il buon raccolto è una tappa obbligata durante la vostra visita al Tempio del Cielo.  L'edificio è circolare, riprendendo la presunta forma del Cielo che secondo la tradizione cinese è rotondo, ed è a tre spioventi: è il luogo in cui gli imperatori eseguivano cerimonie, tra cui sacrifici e incenso, per pregare per il bel tempo e raccolti abbondanti.  Un fatto interessante di questo edificio è che è completamente in legno;  nessun chiodo è stato usato per la sua costruzione.  Questo è abbastanza notevole considerando le dimensioni della struttura, a forma circolare di 32 metri di diametro e 38 metri di altezza, poggiata su un'enorme piattaforma rotonda in marmo  bianco di tre piani chiamata "Altare per le preghiere del grano".  Mentre i visitatori possono avvicinarsi alla sala principale e girarci attorno, tenete presente che i turisti non possono entrare nella sala.
L'altare ha un'altezza di sei metri, composta da tre piani; ognuno dei quali è circondato da ringhiere in marmo bianco intagliato. Le scale che collegano ogni piano sono decorate con un enormi rilievi.
Il Tempio della Preghiera per il buon raccolto ha tre strati di gronda; ogni strato è di colore blu che simboleggia il cielo. La grondaia, strato per strato crea un'atmosfera di avvicinamento al paradiso.
La parte più sacra della sala è l'altare al centro e gli altari ausiliari ai suoi lati. Tutti questi altari hanno la forma di una base Xumi (il piedistallo o la base di una torre buddista o tempio). La tavoletta del Dio del cielo è consacrata nella Sala. E' qui che gli imperatori pregavano per ringraziare e auspicare buoni raccolti.
L'interno della Sala di preghiera per il buon raccolto ha quattro colonne interne più alte che rappresentano le quattro stagioni, più dodici colonne centrali e dodici esterne che rappresentano rispettivamente dodici mesi e dodici ore tradizionali cinesi.  Combinati insieme, i dodici pilastri centrali e dodici esterni rappresentano il simbolo dei 24 periodi del calendario lunare. In piedi nel mezzo della sala, l'Altare Sacro è la parte più venerata, su cui è collocata la Grande Tavola del Cielo.  Ai lati orientale e occidentale dell'altare sacro si trovano rispettivamente quattro tavolette ancestrali della dinastia Qing (1644-1911).
Le tegole blu del tetto sono rappresentative del Cielo.
Il drago è il massimo simbolo del potere nella cultura cinese ed è quindi associato al Cielo e all'Imperatore.
Attorno al Tempio del Cielo si trova una serie di giade, speciali bracieri, che servivano a bruciare gli animali offerti in sacrificio.
Il piazzale interno della Volta celeste imperiale con le sue splendide porte d'ingresso, circondato da un muro chiamato Muro dell’Eco. È lungo 193 metri ed è piatto e liscio, il che consente alle onde sonore di riflettersi: una persona posizionata dalla parte opposta ad un'altra è in grado di udirne i sussurri.
Il Ponte dei passi del cinabro (Danbiqiao), una passerella di pietra lunga 360 metri, collega le principali strutture architettoniche del tempio: la Sala della Preghiera per un Buon Anno (Qiniandian) a nord e la Sala della Volta Celeste Imperiale ( Huanqiongyu) e l’Altare del Cielo (Huanqiu) a sud.
La Volta Imperiale del Cielo, un padiglione di legno rosso circolare, con un tetto blu a due spioventi, coronato da una sfera dorata. Questo edificio è alto 19 metri e ha un diametro di 16 e poggia su una base rotonda di marmo alta due metri che assomiglia a un altare.
All'interno della Volta celeste imperiale c'è un altare al centro della sala, a forma di trono in pietra, dove è collocata la Grande Tavola Celeste. Il primo e il quinto giorno di ogni mese lunare, i funzionari spazzavano la polvere e bruciavano l'incenso lì. L'imperatore avrebbe dato un rituale alla vigilia della cerimonia del culto del cielo.
La Volta celeste imperiale è un  altro importante edificio che si trova a nord della Sala di preghiera per i  buoni raccolti, collegandosi con l'Altare per le preghiere del grano da  tre porte vetrate.  Un tempo era il luogo in cui le tavolette di Dio erano consacrate.  Il tetto della volta è coperto di smalto di colore blu.  Sotto la grondaia, c'è una tavola con la scritta "La Sala del Paradiso Imperiale" inscritta dall'imperatore Jiajing.
Volta celeste imperiale, colonne rosa sorreggono il meraviglioso soffitto a cassettoni decorato con un disegno verde bluastro di un drago dorato che gioca con una perla, al centro, e altri 360 piccoli draghi intorno.
Uno dei due padiglioni laterali alla Volta celeste imperiale, sempre di legno, erano dedicati invece alla conservazione delle tavolette commemorative degli Dei della Luna, delle Stelle, delle Nuvole, della Pioggia, dei Tuoni e dei Fulmini.
Piazzale interno dell'Ingresso all'Altare circolare tumulo.
Altare circolare tumulo.
Altare circolare tumulo.
E' una piattaforma circolare di tre piani, ognuno dei quali circondato da una balaustrata in pietra, che costituiva la zona centrale dei sacrifici imperiali al Cielo: i quali si tenevano in generale prima dell'alba del solstizio d'inverno (verso il 22 dicembre), ed erano presieduti dall'imperatore. La terrazza inferiore rappresenta l'Inferno, la terrazza centrale il mondo vivente e la terrazza superiore rappresenta il Paradiso.  Il numero di componenti in pietra usati per la base, i gradini e le  ringhiere dell'altare sono tutti "nove" o multipli di essi poiché il  numero "nove" era il simbolo della suprema sovranità del cielo e  dell'imperatore.  
L'Altare circolare tumulo (Yuan Qiu) nella parte sud del Tempio del Cielo è un altare magnificamente costruito riccamente decorato con draghi intagliati. L'architetto ha scolpito il numero nove in tutti i possibili elementi dell'altare (dalle colonnine ai gradini alle piastrelle di marmo sui tre livelli) per implicare il primato (nove è considerato il numero supremo nella cultura cinese).
Tutta l'architettura dell’altare è basata sul numero 9 e sui suoi multipli. Bisogna sapere che nella cultura cinese i numeri dispari sono positivi, mentre quelli pari negativi. Il 9 è il più grande numero dispari a una cifra, ed è considerato “il massimo bene". Questo numero inoltre rappresenta il drago cinese e il drago simboleggia l'imperatore. Se si contano i pilastri si scoprirà che sono multipli di nove e le pietre che rivestono le pareti sono 360, cioè 40 volte 9, come i gradi che ancora una volta richiamano il cerchio e quindi la sfericità della volta celeste.
Altare circolare cumulo. Al centro della terrazza superiore si trova la lastra di pietra rotonda chiamata Pietra del Cuore del Cielo che è circondata da lastre disposte concentricamente: 9 nel primo cerchio, poi 18, e così via fino al nono cerchio che ne ha 81.
Se andate in cima alla Pietra del Cuore del Cielo e parlate, noterete che la vostra voce verrà amplificata. Questo effetto è intenzionale e viene prodotto perché le pareti e il pavimento dell'altare sono così lisci che le onde sonore si diffondono in appena un settecentesimo di secondo alle balaustre di pietra, creando un'eco.  La ragione di ciò era che le preghiere dell'imperatore e dei monaci potessero raggiungere il Cielo più facilmente.


                          Cambogia

                      Angkor Wat

                      Vietnam
    
                La Grande Muraglia

 


               Grotte di Yungang

               Città Proibita

          Pingyao

       Residenza famiglia Qiao

      

 
Torna ai contenuti